A proposito di Bookends

.

Bookend senza di te….tutto sarebbe più difficile.
Eh si è proprio vero, il bookend o fermalibro è diventato uno strumento indispensabile per i librofili o per chi frequentemente torna a casa con un libro nuovo da aggiungere alla biblioteca.
Quando lo spazio termina, i libri iniziano a occupare luoghi improbabili e si perdono di vista.
E qui entrano in scena i bookends, ovvvero gli alleati che ci aiutano a tenere in ordine le pigne di libri quando le librerie di casa o in ufficio danno segni di un’imminente esplosione. Inoltre sono realizzati in modo da creare decorazioni originali.

Per gli amanti dei viaggi e per chi colleziona guide turistiche, suggerisco i bookends della designer inglese Susan Bradley che raffigurano le icone più importanti dei trasporti e delle architetture di alcune città internazionali.

Dai taxi gialli di New York ai Black Cab londonesi, dalla Tour Eiffel al Colosseo, dalla cabina telefonica londinese alla mitica Statua della Libertà. Sono realizzati in metallo tagliato al laser e colorato e costano 18£.

La versione italiana si chiama Wingy ed è proposta da
e-my by Guzzini
. E’ un set di due segnalibro molto particolare, infatti può essere utilizzato in entrambi i lati.

Il lato “pieno” è ideale per tenere fermi i libri, l’altro lato mantiene lo stesso profilo, ma al suo interno gli spazi vuoti creano giochi di ombre  Molto originale!! Wingy è disponibile in rosso, viola e grigio e costa €20.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...